meglio piano terra o ultimo piano
Visuale sulla città da un appartamento collocato all’ultimo piano di un edificio

Quando si sta valutando l’acquisto di una nuova casa, una delle domande più importanti che l’acquirente fa al suo agente immobiliare è su quale piano si trova l’abitazione e se sia meglio piano terra o ultimo piano, o comunque cosa scegliere tra piani bassi e piani alti.

La risposta a questa domanda può essere diversa in base alle abitudini personali, alla città in cui si vuole andare a vivere e a tanti altri fattori: non c’è una risposta che vada bene per tutti. In questo, redatto in collaborazione con Casafin, ti spiegheremo i pro e i contro di vivere al piano terra o all’ultimo piano di un condominio.

Vivere al piano terra: i vantaggi

condominio con diversi piani: quali sono i vantaggi di abitare al primo piano?

Un appartamento al piano terra è avvantaggiato, rispetto ad uno all’ultimo piano o ai piani intermedi, dal punto di vista dell’accessibilità: persone anziane o con disabilità motorie possono trovarsi in difficoltà a salire le scale, soprattutto se il condominio è privo di montascale e/o di un ascensore. Questa fascia di utenza, dunque, preferirà senz’altro un’abitazione al piano terra.

Inoltre, abitare al piano terra equivale talvolta ad avere un giardino privato, e dunque godere di maggiore spazio: una soluzione, questa, particolarmente gettonata tra gli amanti degli animali, che possono lasciare i propri amici a quattro zampe liberi di muoversi all’aperto.

Chi sceglie di vivere al piano terra avrà accesso ad un clima più fresco, soprattutto nei mesi estivi: a causa della sua posizione infatti, un appartamento al piano terra verrà irradiato dal sole in maniera minore rispetto quel che avviene ai piani superiori.

Infine, i condomini che vivono al piano terra non hanno bisogno di fare attenzione mentre spostano sedie, tavoli o mobili, dal momento che non c’è nessuno al di sotto di loro che possa essere disturbato da questi fenomeni acustici.

Un altro aspetto positivo da non sottovalutare per quanto riguarda gli appartamenti a piano terra o nei piani bassi, è una maggior facilità nella ristrutturazione (e costi minori) in quanto i locali sono più facilmente accessibili.

Questo comporta un minor impiego di mezzi e forza lavoro per movimentare materiali, rendendo i lavori molto più rapidi e semplici.

Gli svantaggi di vivere al piano terra

gli svantaggi del vivere al piano terra

Tra gli svantaggi del vivere al piano terra, c’è sicuramente una minore privacy: se l’abitazione è ubicata in una zona molto trafficata, è possibile che i passanti possano affacciarsi e spiare all’interno.

A tal proposito, abitare al piano terra significa anche essere più esposti all’inquinamento proveniente dalla strada. Inoltre, un appartamento al piano terra o al primo piano potrebbe risultare un bersaglio più semplice per i ladri, ma non è così.

Infatti, spesso alle abitazioni situate a piani bassi si tende ad attrezzarle con inferriate e altri dispositivi di sicurezza, questi rendono l’abitazione sicura tanto quanto qualsiasi appartamento del condominio.

Vivere all’ultimo piano: i vantaggi

i vantaggi di vivere nei piani alti

Optando per un appartamento all’ultimo piano, si potrà contare su una maggiore ventilazione degli ambienti interni (con conseguente diminuzione dello smog) e di una maggiore luce. Ai piani alti di un edificio, la temperatura resta più mite durante le stagioni fredde a causa dello scambio di calore tra unità abitative confinanti: questo si traduce in un risparmio netto in bolletta per quel che riguarda il riscaldamento.

A contribuire al risparmio energetico è anche la maggior esposizione alla luce solare, che permette di avere ambienti più luminosi durante l’intero arco della giornata limitando così l’utilizzo di illuminazione artificiale.

Chi abita all’ultimo piano può godere di panorami migliori e di una maggiore privacy rispetto a chi vive al piano terra o al primo piano. Infine, non avere nessuno che abiti al di sopra del proprio appartamento permette un maggior sollievo acustico.

Gli svantaggi di vivere all’ultimo piano

pro e contro di vivere ai piani alti

Tra gli svantaggi, va detto che l’ultimo piano è il più caldo in Estate, al contrario dei piani intermedi e del piano terra, proprio perché è il più colpito dai raggi del sole.

Inoltre, se le scale possono non essere un problema in presenza di un ascensore nel palazzo, in fase di trasloco potrebbe risultare complicato e faticoso trasportare oggetti per molti piani.

E se i lavori di ristrutturazione sono tra gli aspetti positivi degli appartamenti ai piani bassi, discorso diverso è per chi vive all’ultimo piano (o nei piani alti) di un condominio: qui i lavori di manutenzione saranno meno facili ed avranno sicuramente un costo più gravoso in quanto per raggiungere l’abitazione e per lavorare in sicurezza, gli operai dovranno intervenire con mezzi e attrezzatura idonea.

In conclusione meglio piano terra o ultimo piano?

Non esiste una risposta definitiva a questa domanda e che vada bene per tutti, ma ci sono da considerare in entrambi in casi vantaggi e svantaggi che abbiamo evidenziato in questo articolo.

L’importante è scegliere bene per non pentirsene in futuro, per questo bisogna considerare non solo le necessità del momento ma anche quelle che potrebbero presentarsi in futuro con l’avanzare dell’età o con l’allargarsi della famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *